Coronavirus, da Salvini e Meloni fino a Renzi: "Bene misure Conte"

webinfo@adnkronos.com

L'ulteriore stretta per contrastare il Coronavirus, annunciata questa sera dal premier Giuseppe Conte, ottiene il consenso trasversale del mondo politico. "Da italiano, da leader dell’opposizione, da padre, sono soddisfatto perché (finalmente) il governo ha ascoltato il grido di aiuto di medici, infermieri, lavoratori, imprenditori, sindaci e governatori, in prima linea da settimane. Per l’Italia e gli Italiani noi ci siamo. Sempre", dice Matteo Salvini, leader della Lega, dopo l'annuncio del premier.  

Anche secondo Giorgia Meloni "dal governo arriva una decisione rigida ma necessaria, che purtroppo Fratelli d’Italia aveva già previsto come ineluttabile per contenere l’epidemia. L’Italia sta combattendo contro un nemico subdolo che minaccia la vita dei più fragili e il futuro economico di tutti. È il momento del coraggio e dell’orgoglio nazionale. Siamo un grande popolo e supereremo anche questo momento drammatico della storia della nostra patria".  

"Un altro passo per sconfiggere il coronavirus. Ora l'Italia unita deve combattere. Ognuno nel suo ruolo, funzione e lavoro. Ognuno facendo la sua parte. Rispettando le regole e collaborando ce la faremo", scrive su twitter il segretario del Pd, Nicola Zingaretti. 

Giudizio positivo anche da Matteo Renzi di Italia Viva: "Il governo ha varato nuove misure per il #CoronaVirus. Bene, rispettiamole tutti. E lavoriamo perché non ci siano ancora modifiche nei prossimi giorni: servono certezze adesso. Ora la priorità é dare liquidità a famiglie e imprese. Tutti insieme ce la faremo. Viva l’Italia", scrive su twitter.  

Con Conte si schierano anche i governatori di Lombardia e Veneto, che avevano auspicato un'ulteriore stretta. "Ha prevalso il buon senso. Il Coronavirus si può contrastare solo con misure rigorose. Sono certo che non solo i lombardi, ma tutti gli italiani, valuteranno positivamente questo provvedimento. Con la consapevolezza che i sacrifici di oggi sono necessari per ripartire più forti domani”, è il commento del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.  

"Applicheremo le nuove misure con rigore e andremo quanto prima al confronto con le imprese e col mondo produttivo per verificare e concordare modi di applicazione dei provvedimenti e le conseguenze", dice il presidente del Veneto Luca Zaia. "In Veneto -aggiunge- siamo impegnati h24 nella difficile opera di contenere la diffusione del virus. Tutti i nostri sforzi vanno in questa direzione. Qualsiasi misura di ulteriore contenimento ci vede dunque assolutamente a favore e la condividiamo.