Coronavirus: Dadone ai dirigenti, 'no a blocco totale Pa, riorganizzare lavoro da remoto'

Coronavirus: Dadone ai dirigenti, 'no a blocco totale Pa, riorganizzare lavoro da remoto'

Roma, 23 mar. (Adnkronos) – "E' vero che il paese sta al rallentatore" in questa fase e per far fronte all'emergenza coronavirus "ma non possiamo permetterci un blocco totale della Pubblica amministrazione. Dobbiamo in questa fase lavorare da remoto. Ai dirigenti chiedo di dimostrare di essere i manager d'Italia. Dobbiamo avere una pubblica amministrazione efficace, efficiente e puntare sulla digitalizzazione. Il buon andamento è in mano a voi". Così il ministro della Pubblica amministrazione, Fabiana Dadone in un video su Facebook rivolgendosi ai dirigenti.

"Molti dirigenti hanno reagito molto positivamente all'applicazione dello smart working" ma "ricevo molte segnalazioni, troppe, di dirigenti che si rifiutano di dare seguito alla norma di legge con la quale abbiamo dichiarato che lo smart working in questa fase deve essere ordinarietà. La dirigenza ha una grande responsabilità perché deve tutelare la salute dei propri dipendenti e quindi evitare gli spostamenti e gli assembramenti. I dirigenti devono dimostrare di essere in grado di riorganizzare il lavoro".

Certo, ammette il ministro, "sarebbe stato meglio avere un passaggio graduale ma dobbiamo fare di necessità virtù".