Coronavirus, dal Papa 100mila euro a Caritas per poveri e deboli

(Segue)

Roma, 12 mar. (askanews) - Papa Francesco, tramite il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, ha donato 100mila euro a Caritas Italiana per un primo significativo soccorso in questa fase di emergenza per il diffondersi del contagio da Coronavirus (CoViD-19) su tutto il territorio italiano. Tale somma vuol essere un'immediata espressione del sentimento di spirituale vicinanza e paterno incoraggiamento da parte del Santo Padre verso tutti quei servizi essenziali a favore dei poveri e delle persone più deboli e vulnerabili della nostra società, che le Caritas a livello diocesano e parrocchiale assicurano quotidianamente in Italia.

"Il contributo, che accompagna la preghiera, a sostegno dell'amata popolazione italiana, è parte dell'impegno a favore delle Chiese locali che, attraverso le Caritas nazionali e le Caritas diocesane, garantiscono aiuto e solidarietà in favore di coloro che sono in difficoltà e in condizioni di precarietà e di bisogno", spiega il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale.

"In un tempo non facile per tutti noi, insieme a tutte le Caritas diocesane d'Italia, ci sentiamo abbracciati da Papa Francesco", dice don Francesco Soddu, Direttore di Caritas Italiana.