Coronavirus, dal plasma speranze per i positivi cronici

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"L'ultimo protocollo che ci è stato approvato di recente dal comitato etico è il protocollo 'Clean' che permetterà di negativizzare quei pazienti che hanno il tampone cronicamente positivo" al coronavirus Sars-Cov-2. "Ci sono persone positive da molti mesi. Anche in questo caso il plasma secondo noi potrebbe avere una chance di utilizzo". Ad annunciare il nuovo protocollo di studio su cui l'Asst di Mantova sta lavorando è il primario di pneumologia dell'ospedale Carlo Poma, Giuseppe De Donno, durante il convegno in Senato "Covid-19 in Italia: tra informazione, scienza e diritti", evento al centro di polemiche in seno alla comunità scientifica italiana.

Si tratta di uno dei "due grandi protocolli che stiamo conducendo a Mantova", spiega De Donno. Oltre a questo che riguarda i positivi cronici c'è quello sulla "popolazione anziana, quella delle case di riposo, un po' trascurata finora da noi clinici. Abbiamo trattato un buon numero di anziani e abbiamo visto un netto miglioramento dell'insufficienza respiratoria e della componente di polmonite e abbiamo potuto ottenere anche la negativizzazione del tampone e il reinserimento degli anziani nelle loro residenze. Speriamo entro breve di pubblicare questi dati".