Coronavirus, Damiani (Fi): ancora poco per autonomi e partite Iva

Pol/Bac

Roma, 16 mar. (askanews) - "In attesa di prendere visione del testo del cosiddetto 'decreto marzo' appena varato dal governo per far fronte all'emergenza economica in corso, la prima riflessione che è possibile fare sulla base dei sintetici annunci ascoltati in conferenza stampa riguarda la necessità di un riequilibrio a favore del lavoro autonomo". Lo dichiara il senatore di Forza Italia Dario Damiani.

"Le misure inserite nel provvedimento, infatti, si concentrano sul lavoro nel settore pubblico, già di per sé abbastanza tutelato, mentre prevedono ben poco - prosegue - per i lavoratori autonomi con partita Iva, principali vittime della situazione di stallo in cui è costretto il Paese per contenere il contagio. Attendiamo le carte ma i primi segnali non mi pare vadano nella direzione giusta per un'efficace azione di sostegno economico alle categorie produttive. Fin da ora, quindi, con spirito di collaborazione nell'interesse di tutti i cittadini, ci impegneremo in Parlamento per migliorare questo decreto, dal quale dipende l'immediato futuro del nostro tessuto socio-economico che va garantito in tutte le sue articolazioni, private e pubbliche", conclude.