Coronavirus, Damiani (Fi): Ue prenda subito misure comuni

Pol/Vlm

Roma, 9 mar. (askanews) - "Di fronte all'emergenza del coronavirus ogni approccio di un singolo Paese resta privo di effetti se non supportato in sinergia da tutti gli altri. Perciò è indispensabile che l'Europa si doti subito di un Comitato tecnico-scientifico unitario, che assuma il ruolo di coordinare gli interventi di tutti i Paesi membri, non solo per questa specifica situazione ma anche per le future emergenze sanitarie, che ovviamente ci auguriamo non accadano mai più con questa portata e virulenza". Lo dichiara Dario Damiani, senatore di Forza Italia.

"In tale direzione - osserva il parlamentare azzurro - si pone l'interrogazione parlamentare alla Commissione europea depositata dal Presidente Berlusconi e firmata anche dal vicepresidente Antonio Tajani, con la richiesta di misure comuni per far fronte a un'epidemia i cui numeri purtroppo stanno aumentando in maniera esponenziale in tutta Europa".

"Ne va - conclude Damiani - della salute di milioni di persone, che hanno diritto alla massima tutela rispetto a tali eventi avversi, ma anche del lavoro, dell'economia di un continente, messa in ginocchio dalle pesantissime ricadute di questa emergenza".