Coronavirus, i dati del 2 giugno 2022: ecco cosa emerge

Covid bilancio 2 giugno
Covid bilancio 2 giugno

Come oramai accade da circa due anni e mezzo a questa parte, il ministero della Salute in accordo con l’Istituto Superiore di Sanità e le amministrazioni delle singole regioni ha diffuso il bilancio dell’emergenza coronavirus aggiornato a giovedì 2 giugno 2022.

Secondo i dati relativi alle ultime 24 ore i nuovi casi sono 17.193 contro i 18.391 del precedente monitoraggio. Sale leggermente invece il numero delle vittime passando da 59 a 79. I tamponi effettuati sono stati 181.055 (dato precedente 192.108). Il tasso di positività rimane invece stabile al 9,5%. Infine i ricoveri ordinari segnano un -289, mentre sono in leggero aumento i pazienti in terapia intensiva (+3).

Covid, il bilancio di giovedì 2 giugno: i dati regione per regione

Guardando invece ai dati relativi alle singole regioni, quella che ha registrato il dato più alto in termini di nuovi positivi è il Lazio che ha segnato un +2645. Segue la Lombardia (+2365), Campania (+1943) e Sicilia (+1910). Le altre regioni invece sono Veneto (+1601), Emilia Romagna (+79), Piemonte (+715), Toscana (+1061), Puglia (+1205), Liguria (+416), Marche (+421), Friuli-Venezia Giulia (+327), Abruzzo (+483), Calabria (+528), Umbria (+420), Provincia autonoma di Bolzano (+173), Sardegna (+527), Provincia autonoma di Trento (+131), Basilicata (+135), Molise (+93) e infine la Valle d’Aosta (+19).

Il bollettino dei vaccinati

Prosegue invece la campagna dei vaccini contro il covid-19. Nella giornata di mercoledì 1 giugno 2022 i vaccinati sono stati in 31.987 su un totale di 137.812.552. Questo numero è stato poi ripartito tra coloro che hanno effettuato la prima dose (1008 su 50.786.795), seconda dose (1089 su 46.426.836), terza dose (12.026 su 39.601.968) e quarta dose (17.864 su 721.419).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli