Coronavirus, Dg Gemelli: 'Columbus Covid2 è sfida, importante aiuto donatori'

Coronavirus, Dg Gemelli: 'Columbus Covid2 è sfida, importante aiuto donatori'

Roma, 11 mar. (Adnkronos Salute) – "In un momento come questo, l'aiuto della comunità è indispensabile e ci potrebbe dare una maggiore tranquillità sul fronte economico. Un sostegno che ci consentirebbe di essere più pronti ed efficaci. Abbiamo già avuto segnali di vicinanza importanti, speriamo che questo sentimento si allarghi a donatori non solo romani, il Gemelli è un riferimento per tutto il centro Italia e il centro sud". E' l'appello di Marco Elefanti, direttore generale della Fondazione Policlinico Gemelli, in relazione alla sfida di allestire, in accordo con la Regione Lazio, il Columbus Covid-2 Hospital, che affiancherà l’hub regionale Spallanzani nella battaglia sanitaria del momento.

“Vorrei sottolineare – ha affermato Elefanti – la risposta coesa che abbiamo registrato al Gemelli e al presidio Columbus da parte delle donne e degli uomini quotidianamente impegnati sul fronte delle cure dei pazienti. Certo, affrontare un’infezione di questa portata ha sollevato dei timori individuali, ma in generale nessuno si vuole sottrarre al proprio compito".

"Vi è una necessità di formazione – ha aggiunto – e abbiamo già avviato percorsi rapidi di aggiornamento sulle problematiche connesse. Attivare 59 posti letto di terapia intensiva è una sfida anche per il tipo di cure, per il numero di addetti che devono ruotare intorno ai singoli pazienti. Il decreto della Regione ci consente di attivare nuovi posti di lavoro, impegnando anche degli specializzandi. Stiamo dando la precedenza a figure come anestesisti, infettivologi e pneumologi. Andremo poi ad aggiungere ulteriore personale infermieristico, per compensare il necessario turn over. Idem per gli assistenti socio sanitari", ha concluso.