Coronavirus, Di Maio: "Abbiamo regole più ferree d'Europa"

webinfo@adnkronos.com

"Abbiamo le regole più ferree d'Europa". Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, rispetto all'ipotesi di un ulteriore inasprimento delle misure messe in campo per contenere la diffusione del coronavirus. Le misure, ha aggiunto il ministro intervenendo alla Vita in diretta, sono state prese ascoltando il parere degli scienziati. Per contenere il disagio, Di Maio ha invitato gli italiani a "prendere esempio dai cittadini dei 10 comuni ex zona rossa del Lodigiano", che con la loro serietà "hanno fermato il contagio".  

Il "patrimonio di informazioni" raccolto dalla sanità italiana durante l'emergenza coronavirus "sarà a disposizione di tutta l'Europa", ha garantito il ministro Di Maio, aggiungendo di "non augurare a nessun Paese europeo di vivere quanto sta vivendo l'Italia", ma che altri Paesi "hanno la preoccupazione che il contagio sta accelerando". 

Le nostre informazioni, ha detto ancora Di Maio, "saranno preziosissime e voglio fare i complimenti alla sanità lombarda, veneta e a tutte le sanità italiane"