Coronavirus, Di Maio: colpiti da parole Le Pen su chiusura frontiere

Coa

Roma, 27 feb. (askanews) - "Siamo rimasti molto colpiti dalle dichiarazioni di Marine Le Pen, che ha detto che dovremmo chiudere le frontiere. Mentre lei ha sempre affermato la sua vicinanza nei nostri confronti, e in particolare con un certo partito", la Lega di Matteo Salvini, "noi siamo nella posizione di un paese vittima di sovranisti di un altro Stato". Lo ha spiegato oggi il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in un'intervista al quotidiano Le Monde, rispondendo a una domanda su quanti sostengono la necessità di sospendere gli accordi di Schengen a causa del coronavirus.

"Il sovranismo", ha spiegato Di Maio, "è basato sul principio del 'noi innanzitutto'. In questo contesto, la solidarietà non esiste, devi attenerti ad esso. Quando chiediamo aiuto ci sono quelli che vengono ad aiutarci, e altri, che pensano di rinchiudersi, di abbandonarci".