Coronavirus, Di Maio: a Salvini e Meloni non frega niente del Paese -2-

Gtu

Roma, 25 mar. (askanews) - "Ora - aggiunge Di Maio - io vorrei solo che ci soffermassimo tutti un secondo sulla gravità di quello che è accaduto. Abbiamo un Paese che si trova ad affrontare una situazione di emergenza, la crisi peggiore dal Dopoguerra, ci sono centinaia di morti ogni giorno e Dio solo sa quanti di più ce ne sarebbero se non fosse per gli eroi che abbiamo nella nostra sanità, che stanno resistendo nonostante tutto".

E "non voglio nemmeno commentare l'atteggiamento di una persona come Matteo Salvini, che ha la responsabilità di parlare a milioni di italiani, quegli stessi che stanno vivendo ogni giorno questa emergenza. Si commenta da solo".

"Mentre lo Stato - sottolinea il ministro - conta i morti e si fa in quattro per aiutare i medici, loro sembra che provino gusto a trovare qualsiasi notizia possa scatenare il panico, la ricerca dell'untore, pur di fare qualche like in più, pur di nutrire rabbia, paura, smarrimento. Non gli interessa nulla del Paese. Non gliene frega niente, perché la verità è che a loro fa comodo terrorizzare".

"Un uomo delle istituzioni, un senatore, una deputata che abbia a cuore i cittadini italiani cosa avrebbero fatto? Si sarebbero informati e avrebbero evitato di gettare la popolazione nel panico", avverte Di Maio, aggiungendo: "Lo volete capire che siamo in una situazione come mai dal Dopoguerra? Lo volete capire che questo non è un gioco? Lo volete capire che stanno morendo migliaia di persone?".(Segue)