Coronavirus, Di Maio: via stop ai voli, è inaccettabile

Coronavirus, Di Maio: via stop ai voli, è inaccettabile

Roma, 3 mar. (askanews) – Via lo stop ai voli da e per l’Italia a causa del coronavirus. “Non ha senso, è inaccettabile”, afferma il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio durante la Conferenza di presentazione del piano straordinario 2020 per la promozione del Made in Italy.

“La Farnesina è attiva da diversi giorni per chiedere ai Paesi che hanno bloccato in toto l’Italia di rimuovere questi blocchi. Non hanno senso. Posso capire che ci sono delle aree che possono essere messe sotto una particolare attenzione da un Paese ma dire che si chiude da e per l’Italia è inaccettabile perché finché nelle nostre regioni mandiamo i nostri figli a scuola, loro possono essere ai loro cittadini di essere turisti, alle loro imprese di poter venire qui. Idem al contrario”.

Nel mese di marzo – secondo i dati raccolti dalle agenzie di viaggio – le cancellazioni hanno raggiunto il 90%, per i mesi successivi si prevede il 60% in meno. Mentre secondo le stime di Confcommercio, tra marzo e maggio sono a rischio oltre 21 milioni di presenze con una riduzione di spesa di circa 2,7 miliardi di euro.

Inaccettabili anche i blocchi delle merci. Spiega Di Maio: “I blocchi alle merci italiane sono inaccettabili e avere paesi che in queste ore stanno chiedendo all’Italia i bollini ‘virus-free’, dei bollini di garanzia sulle merci italiane, è altrettanto inaccettabile”.

Poi l’annuncio del titolare della Farnesina sugli investimenti per il rilancio dei prodotti Made in Italy. “Nel 2020 abbiamo a disposizione 316 milioni di euro che si sommano ai 400 milioni di euro da Sace e Simest per l’internazionalizzazione per il sostegno del Made in Italy. In tutto abbiamo a disposizione risorse per 716 milioni di euro”.