Coronavirus, Diamond Princess: si aggravano condizioni di 8 passeggeri

Coronavirus Diamond Princess

La situazione a bordo della nave da crociera Diamond Princess, in quarantena nella baia di Yokohama in Giappone in attesa di sbarco, è in via di peggioramento: le condizioni di almeno otto passeggeri positivi al coronavirus si sono aggravate e i contagi continuano ad aumentare.

Coronavirus: passeggeri della Diamond Princess

A renderlo noto è stato il ministero della sanità di Tokyo, che ha anche aggiornato relativamente al numero delle persone infette. Su un totale di 3.700 passeggeri (tra cui 35 italiani), per ora sono più di 200. Nell’attesa che chi di dovere disponga lo sbarco, undici individui sono riusciti a scendere dalla nave per essere trasferiti in alloggi protetti che il governo ha messo a disposizione. Costoro vi resteranno fino alla fine della quarantena prevista per il 19 febbraio.

Fino a quella data i passeggeri rimarranno isolati a bordo della Diamond Princess, con il timore che, trattandosi di un ambiente chiuso, il rischio di contrazione del virus aumenti. Una donna francese ha infatti dichiarato che, malgrado lei e gli alti siano rimasti undici giorni chiusa in cabina e con tutte le precauzioni possibili, il coronavirus li ha raggiunti. Suo marito di 80 anni è infatti risultato positivo ai test ed è stato trasferito in un ospedale. Non aveva né febbre alta né tosse, sintomi tipici dell’infezione, ma i medici l’hanno comunque sottoposto ad accertamenti. Il sospetto è che il virus sia riuscito a circolare anche nei canali di areazione.

Intanto in Cina continua ad aumentare il numero di morti e contagi. Stando agli ultimi dati di venerdì 14 febbraio 2020 i primi sono quasi 1.400 e i secondi oltre 64.000.