Coronavirus, D'Incà: per strutture anziani dispositivi come Ssn

Bac

Roma, 25 mar. (askanews) - Chi opera in strutture residenziali, per anziani o disabili, deve avere gli stessi dispositivi di protezione previsti per qualsiasi operatore sanitario. Lo ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà, rispondendo al question time.

"Con riferimento all'auspicio di voler equiparare le strutture residenziali per anziani e persone con disabilità alle strutture del Servizio sanitario nazionale in termini di sicurezza e prevenzione, dotando il personale ivi operante dei necessari dispositivi di protezione individuale, ricordo - ha spiegato - che l'articolo 5, comma 5, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, prevede che i dispositivi di protezione individuale siano 'forniti in via prioritaria ai medici ed agli operatori sanitari e socio sanitari' senza distinzioni di sorta in relazione alla tipologia di struttura - di cura o residenziale - presso la quale operino".

"Pertanto, anche gli esercenti le professioni sanitarie e socio sanitarie in servizio presso le menzionate strutture residenziali beneficiano di un livello di protezione, in termini di sicurezza sul lavoro, in tutto equiparato alle strutture del Servizio sanitario nazionale", ha concluso.