Coronavirus, giornalista Rai positivo al primo tampone

webinfo@adnkronos.com

La Rai ha reso noto che è stato riscontrato un caso di positività al coronavirus tra i dipendenti dell’Azienda.  

A quanto apprende l'Adnkronos si tratta di un giornalista che è stato in trasferta in zona gialla e non ha avuto accesso ai presidi aziendali negli ultimi dieci giorni. Il dipendente è risultato positivo al primo tampone e si trova attualmente ricoverato all’ospedale Spallanzani in buone condizioni. 

L’Azienda è da giorni impegnata in un costante presidio di tutela dei propri dipendenti dall’epidemia. Le misure sono state ulteriormente rafforzate in queste ore e la Rai ha emanato nuove disposizioni per innalzare ulteriormente il livello di attenzione per chi si trova o si è trovato nei pressi delle aree rosse o gialle. 

Non manifesta alcuna infezione. 

Ora si attende l'esito del secondo tampone. 

Il dipendente Rai è "in buone condizioni", comunica l'assessorato alla Sanità della Regione Lazio su Facenook. L'uomo "ha un link epidemiologico con zone del Veneto dove si era recato per lavoro. Non è un nuovo caso, ma era già inserito nel bollettino di ieri dell'istituto Spallanzani".