Coronavirus: discoteche in streaming per ballare anche da casa

coronavirus discoteche streaming

La chiusura di tutti i servizi non essenziali non ferma la voglia di divertirsi al sabato sera di milioni di giovani. Alcune discoteche, per evitare che le persone contravvengano al divieto di formare assembramenti e aumentare il rischio di diffusione del coronavirus, si sono attrezzate per trasmettere musica in streaming. In questo modo gli utenti collegati potranno ballare a casa propria e divertirsi ugualmente.

Coronavirus: discoteche in streaming

L’idea è portata avanti, tra le altre, dal Bolgia Club di Bergamo. Sulla pagina Facebook del locale, Bolgia – Dj’s from the world, è infatti possibile notare che nella sezione eventi sono previsti due appuntamenti per sabato 14 marzo 2020. Il primo alle 19:30 con una diretta tenuta dal disc jockey Marco Faraone che ha intrattenuto il pubblico direttamente dal suo soggiorno. E il secondo a partire dalle 23:00 intitolato “Io resto a casa e ballo“.

Una frase emblematica, scritta con i colori della bandiera italiana, che racchiude in sé il significato dell’iniziativa. Da quell’ora infatti tutti gli utenti che si collegheranno sull’account ufficiale della discoteca potranno ascoltare musica in compagnia del deejay Luca Agnello. Quest’ultimo trasmetterà le canzoni come avrebbe fatto nel club, ma invece che in presenza le persone le potranno ascoltare direttamente da casa. In questo modo sarà possibile, per gli affezionati del locale e per chi ama ballare il sabato sera, rispettare le proprie tradizioni senza venire meno alle norme anti contagio.

Il locale in questione non è l’unico a trasmettere musica in questo modo. Un altro party organizzato sempre nella stessa serata è quello di una discoteca di San Teodoro che per tre ore terrà compagnia con tre dj: Trasko, Welbo e Viky.