Coronavirus, due turisti taiwanesi infetti hanno accusato i primi sintomi in Italia

coronavirus turisti infetti

Mentre giunge la notizia del primo italiano contagiato dal coronavirus, alcuni portavoce del governo di Taiwan avvisano che due turisti infetti avrebbero trascorso le vacanze in Italia. Proprio nel Bel Paese, inoltre, la coppia taiwanese avrebbe iniziato ad accusare i primi sintomi della malattia. Prima di arrivare all’aeroporto italino, però, la coppi avrebbe fatto uno scalo a Hong Kong il 22 gennaio scorso.

Coronavirus, turisti infetti in Italia

Chen Shih-chungnel, il ministro della Sanità taiwanese, ha annunciato che una coppia di turisti infetti avrebbe fatto tappa in Italia, dove avrebbe accusato i primi sintomi di coronavirus. La coppia si era recata il 22 gennaio a Hong Kong e poi si era diretta nel nostro Paese. Da quanto si apprende, inoltre, i due coniugi avrebbero circa cinquant’anni. I primi sintomi li avrebbero accusati tra il 25 e il 26 gennaio scorsi, continuando però il loro viaggio indisturbati. Infine, al rientro nel loro Paese il primo febbraio si sono sottoposti alle cure mediche. marito e moglie, infatti, si erano aggravati e la febbre era salita ad alti livelli. Una volta effettuati i test, sono stati confermati i due casi di coronavirus.

Secondo il ministro della Sanità, inoltre, la coppia avrebbe contratto i sintomi nel viaggio da Hong Kong all’Italia. Lo spazio ristretto dell’aereo, secondo tali ipotesi, avrebbe favorito la propagazione della malattia. Se tale ipotesi venisse confermata, anche per l’Italia dovrebbero iniziare ulteriori controlli.