Coronavirus, Egitto costringe giornalista Guardian a lasciare Paese

Sim

Roma, 26 mar. (askanews) - Le autorità egiziane hanno costretto una giornalista del quotidiano britannico Guardian a lasciare il Paese, dopo la pubblicazione di un articolo in cui citava uno studio scientifico secondo cui in Egitto i casi di coronavirus sarebbero molti di più di quelli confermati dal Cairo.

L'articolo di Ruth Michaelson, cittadina tedesca che vive e lavora in Egitto dal 2014, è stato pubblicato il 15 marzo. Il giorno dopo Michaelson ha avuto un colloquio di tre ore e mezza con le autorità, tra cui il presidente del Servizio informazioni dello Stato, durante il quale è stata accusata di diffondere informazioni false e di alimentare il panico. Il 17 marzo le autorità le hanno revocato l'accredito stampa. (Segue)