Coronavirus, Egitto costringe giornalista Guardian a lasciare Paese -2-

Sim

Roma, 26 mar. (askanews) - Il giorno dopo, funzionari dell'ambasciata britannica e del Servizio informazioni dello Stato le hanno fatto sapere che era attesa dalle autorità per il visto, ma l'ambasciata tedesca le ha sconsigliato di recarsi all'incontro. "Mi hanno detto 'non crediamo sia sicuro andare a questo incontro. Rischi di essere arrestata e dovresti prendere il primo volo'", ha raccontato al Guardian.

Michaelson ha lasciato l'Egitto venerdì scorso, dopo aver saputo dall'ambasciata britannica e da propri contatti che i servizi di sicurezza egiziani la volevano "fuori dal Paese". Messaggio recapitato anche al legale che ha rappresentato la giornalista all'incontro con le autorità per il visto.