Coronavirus, Emanuele Filiberto: "Carlo positivo? Spiace, ma penso a italiani"

webinfo@adnkronos.com

di Roberta Lanzara"Che sia Carlo d'Inghilterra o il principe Alberto di Monaco o il signor Rossi sono tutti esseri umani. Io guardo all'Italia, a chi ha perso i propri cari, a chi lavora giorno e notte rischiando la vita per noi ed a tutti quelli che stanno facendo un enorme lavoro a garanzia della nostra quotidianità". A parlare con l'Adnkronos, commentando il contagio da Covid- 19 di Carlo d'Inghilterra, erede al trono della corona britannica, è Emanuele Filiberto di Savoia che aggiunge: "Sono dispiaciuto per Carlo ed Alberto ma lo sono molto, se non molto di più per i morti e gli infetti italiani. Io penso a loro". 

Obiezioni alle scelte governative durante l'emergenza? "In questo momento - risponde Emanuele Filiberto - nessuno si può permettere di criticare o sollevare polemiche. Dobbiamo stare zitti, capire ed aiutare se si può. Credo che il governo debba fare tutto ciò che è in suo potere per limitare l'epidemia, controllare il virus e la sua contagiosità. Sono a casa da due settimane e trovo sia giusto che lo facciano tutti. Va contro i diritti costituzionali? Siamo in emergenza e vanno rispettate le scelte del governo".