Coronavirus, in Emilia la cultura non si ferma -2-

Nav

Roma, 12 mar. (askanews) - Il mondo della cultura reagisce così all'emergenza e non potendo portare spettatori nei teatri e nelle sale cinematografiche o in musei e biblioteche, utilizza sempre di più il web e in particolare i social come Facebook e Youtube, oltre che la Tv, per mantenere il contatto con i propri spettatori e visitatori, moltiplicando le proposte on line.

Domani, dopo la presentazione sarà proposto "Piove", cortometraggio a cura di Artistinpiazza di Pennabilli, che ha raccolto 9 premi internazionali ed è stato selezionato in decine di festival in 15 nazioni.

A seguire "Adieu", video musicale di Marianne Mirage, a cura del Mei - Meeting delle etichette indipendenti, quindi verrà trasmesso "Searching for Sugar Man", documentario del 2012 scritto, diretto e montato da Malik Bendjelloul, incentrato sulla straordinaria figura del cantautore statunitense Sixto Rodriguez. Il film, una produzione Svezia-Regno Unito, è stato Premio Oscar nel 2013 nella categoria Miglior documentario, ed è distribuito da I Wonder Pictures.

A fine serata un concerto in diretta. Alle ore 21,30 Il sassofonista jazz bolognese Piero Odorici, con i suoi "Friends", trasmetterà in streaming dal Camera Jazz Club di Bologna. Le adesioni degli operatori, già numerose, porta a una programmazione che verrà comunicata settimanalmente. In particolare, l'Istituto per i Beni Culturali all'interno della iniziativa #laculturanonsiferma, ha lanciato la campagna "Al Museo per voi/In Biblioteca per voi /in Archivio per voi. Incontri con i curatori delle collezioni dell'Emilia-Romagna" (#almuseopervoi; #inbibliotecapervoi; #inarchiviopervoi), finalizzata a raccogliere e diffondere i contenuti culturali che gli stessi direttori e curatori produrranno, anche con brevi video realizzati con lo smartphone: un'opera d'arte, un libro, un documento storico. (Segue)