Coronavirus, Emilia R. 16 anziani infettati in bocciofila Imola

Pat

Bologna, 6 mar. (askanews) - In un solo giorno 16 anziani si sono ammalati di Covid-19, tutti perché hanno frequentato una bocciofila nel circondario imolese. Lo ha comunicato il commissario della Regione Emilia-Romagna per gestire l'emergenza coronavirus, Sergio Venturi, che invita gli over 70 a maggiore prudenza: "non ce lo possiamo permettere, soprassedete per alcune settimane ai momenti di socialità".

"Questa è la seconda bocciofila, dopo quella di Lombardia - ha spiegato Venturi -. La bocciofila è naturalmente già stata chiusa. Ma raccomando fortemente agli anziani, di soprassedere per alcune settimane ai momenti di socialità". Infatti "siamo in una situazione in cui non ci possiamo permettere che 16 si infettino andando a giocare a bocce. I letti di terapia intensiva" in Emilia-Romagna "sono preziosi, lasciamoli a chi si ammala perché inconsapevolmente ha un contatto". Per questo, ha spiegato il commissario ci si deve "isolare per qualche settimana, consentendoci di andare relativamente piano nell'andamento di questa infezione".

Dalla Regione si valuta con attenzione l'eventualità di chiusura di palestre, piscine e corsi di ballo, frequentati da centinaia di persone. "Stiamo valutando con il governo provvedimenti più restrittivi".