Coronavirus, Emirates tornerà a volare dal 6 aprile

Sen

Roma, 3 apr. (askanews) - Emirates annuncia che rirpenderà a volare dal 6 aprile con un numero limitato di voli. La compagnia ha infatti ricevuto le autorizzazioni per ripristinare alcuni voli passeggeri. A partire da lunedì 6 aprile, ricomincerà a volare da Dubai a Londra, Francoforte, Parigi, Bruxelles e Zurigo, con 4 voli settimanali per Heathrow e 3 voli settimanali verso le altre città.

Operando dal Terminal 2 dell'aeroporto internazionale di Dubai fino a nuovo avviso, questi voli trasporteranno solo passeggeri in uscita dagli Emirati Arabi Uniti. Emirates trasporterà anche merci in entrambe le direzioni, supportando il commercio e le comunità con il trasporto di beni essenziali.

"Questi servizi passeggeri iniziali, sebbene limitati ai viaggiatori che soddisfano i requisiti di ingresso stabiliti dai paesi di destinazione - ha dichiarato Sheikh Ahmed bin Saeed Al Maktoum, presidente e amministratore delegato, di Emirates e del Gruppo - saranno accolti con favore dai nostri clienti che desiderano tornare a casa e dalle loro famiglie. Desideriamo ringraziare il governo degli Emirati Arabi Uniti e tutti i nostri partner per il loro supporto nell'assicurare il funzionamento dei nostri voli".

"Sebbene speriamo di riprendere al più presto tutte le operazioni - ha aggiunto -, siamo perfettamente consapevoli delle sfide affrontate da molte città nell'affrontare l'epidemia COVID-19. Stiamo lavorando a stretto contatto con le autorità per riprendere i nostri servizi, tenendo ben presente la sicurezza e il benessere del nostro equipaggio e dei nostri clienti in ogni fase del viaggio. Esaminiamo continuamente la situazione e annunceremo eventuali servizi aggiuntivi man mano che torneranno a disponibili".