Coronavirus, Endrizzi (M5s): aumento posti letto per curare tutti

Pol-Afe

Roma, 17 mar. (askanews) - "In questo momento è fondamentale mettere tutte le forze in campo per permettere agli ospedali di curare tutti. In questo senso, il decreto Cura Italia prevedendo il finanziamento dell'aumento dei posti letto in terapia intensiva e nelle unità di pneumologia e malattie infettive (anche in deroga ai limiti di spesa) mette un punto fermo nella presa in carico dei pazienti. Allo stesso modo prevedere che le strutture private devono mettere a disposizione il personale sanitario in servizio, i locali e le proprie apparecchiature, per un costo di 340 milioni, allarga la platea delle strutture a disposizione. È chiaro che, oltre all'assunzione di personale, fondamentale, e che il Movimento 5 Stelle voleva da anni per potenziare il sistema pubblico, è necessario agire anche sulle strutture. Soprattutto al Nord dove i privati giocano un ruolo non trascurabile". Così, in una nota, il vicepresidente della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, Giovanni Endrizzi, del Movimento 5 Stelle.

In questo senso, aggiunge, "la previsione che la Protezione civile possa disporre la requisizione da soggetti pubblici o privati di presidi sanitari e medico-chirurgici e di beni mobili necessari per fronteggiare l'emergenza sanitaria consentirà di incrementare ulteriormente gli strumenti a disposizione. Pensare a presidi per ospitare le persone in sorveglianza sanitaria attraverso la requisizione di alberghi o altri immobili con analoghe caratteristiche aiuterà ad alleggerire gli ospedali senza limitare la presa in carico dei pazienti. In questo senso è necessario e urgente verificare immediatamente, con un sopralluogo, la possibilità di riaprire rapidamente ospedali pubblici chiusi pochi anni fa come il Forlanini a Roma. In Veneto si sta già facendo".