Coronavirus, esperto: Gb colpita duramente, contagio arrivato da Ue

Bea

Roma, 3 giu. (askanews) - Il Regno Unito è stato colpito più duramente del previsto dalla pandemia di coronavirus, arrivato in forze nel Paese da Italia e Spagna tra fine febbraio e inizio marzo, prima di quanto i modelli matematici avessero pronosticato. Lo ha detto alla camera dei Lord l'epidemiologo Neil Ferguson, che si è dimesso dall'incarico di consigliere del governo di Londra dopo aver violato le norme sul lockdown. "La maggior parte delle catene di trasmissione" ancora attive in Gran Bretagna, hanno avuto origine in Italia e Spagna, in base all'analisi dei dati genetici del virus.

"Il Regno Unito è stato colpito molto più duramente di quanto avessimo anticipato, a inizio marzo e fine febbraio, in Spagna e in Italia, è uno dei motivi per cui abbiamo una delle più grandi epidemie in Europa" ha detto Ferguson in un'audizione. "Guardando al futuro, i modelli dicono che abbiamo uno spazio di manovra limitato. Abbiamo ridotto la trasmissione dell'80%, ma per mantenere il controllo dobbiamo mantenerla soppressa del 65%".(Segue)