Coronavirus, eurodeputati Pd: Ue risponda con azioni straordinarie

Rea

Roma, 10 mar. (askanews) - Dall'acquisto di mteriale sanitario al sostegno all'occupazione e alla produzione, fino ad una misura di sostegno al reddito. Sono le proposte degli eurodeputati Pd in un documento avanzato al Commissario Gentiloni e al Governo italiano con una serie di misure da adottare a livello europeo, per contrastare la diffusione della CoViD-19 e i suoi effetti negativi.

"La diffusione del Coronavirus nel nostro continente sta procedendo a un ritmo allarmante, e giorno dopo giorno aumentano i pericoli per i cittadini e i danni ai sistemi produttivi. In Europa serve un netto cambio di passo", scrivono gli eurodeputati Dem, che mettono le loro proposte "a disposizione degli europarlamentari di tutte le forze politiche, sperando possano condividerle e supportarle con noi in ogni sede politica e istituzionale. L'Unione Europea non può stare alla finestra: deve agire mettendo in campo un impegno mai visto prima per rispondere all'emergenza rapidamente e con azioni straordinarie".

"Oggi - proseguono gli eurodeputati - sul fronte sanitario è fondamentale per l'UE e i suoi Stati membri aumentare i fondi per gestire l'emergenza, definire strategie e linee di intervento comune, creare una centrale d'acquisto europea per reperire e smistare i materiali necessari alla prevenzione e alle cure e istituire un Consorzio Europeo di Ricerca sul vaccino per CoViD-19. Ma occorre anche prevedere misure di sostegno all'occupazione e all'economia, massimizzare l'impiego degli spazi fiscali attualmente disponibili nei bilanci di ciascun Paese, impedire il blocco delle merci pur garantendo controlli sanitari, attivare un'indennità europea per i lavoratori, prevedere particolare sostegno per i soggetti più fragili, mobilitare risorse con il Fondo Europeo di Solidarietà e con il Meccanismo di Protezione Civile. È tempo agire velocemente facendo sentire l'azione dell'Europa in un momento drammatico".