Coronavirus, Europarlamento: neanche prossima plenaria a Strasburgo -2-

Loc

Bruxelles, 10 mar. (askanews) - Il principio della distanza di un metro dovrebbe essere applicato anche a tutte le riunioni dei normali lavori parlamentari, in particolare nelle commissioni, dove potranno intervenire anche eurodeputati in auto-quarantena da casa tramite videoconferenza.

E' esclusa, invece, l'opzione del "televoto". Non ci sarebbero le condizioni perché il voto parlamentare si svolga secondo i principi e le garanzie previste. Questo significa che molti eurodeputati non potranno partecipare alle sessioni di voto, che dovrebbero perciò essere ridotte al minimo indispensabile.

Da notare che le riunioni plenarie che non si svolgono a Strasburgo dovranno essere recuperate in seguito perché, secondo i Trattati Ue, nella città alsaziana devono svolgersi almeno 12 sessioni dell'Europarlamento all'anno.