Coronavirus, Europei 2020 rimandati alla prossima estate

Coronavirus, Europei 2020 rimandati alla prossima estate

Nyon, 17 mar. (askanews) – Europei 2020, arrivederci. La Uefa ha annunciato che la competizione di calcio continentale in programma il prossimo giugno in diversi sedi europee, tra le quali anche Roma, slitterà al 2021 a causa dell’emergenza coronavirus.

Dopo una giornata di riunioni in video conferenza con le diverse istituzioni calcistiche nazionali è arrivato il comunicato ufficiale dell’organismo che organizza gli Europei.

“La UEFA – è scritto – annuncia oggi il rinvio della sua principale competizione per squadre nazionali, UEFA EURO 2020, in programma a giugno e luglio di quest’anno. La salute di tutti coloro che sono coinvolti è la priorità, oltre alla necessità di evitare di esercitare pressioni inutili sui servizi pubblici nazionali coinvolti. La decisione aiuterà a portare a termine tutte le competizioni nazionali, attualmente sospese a causa dell’emergenza COVID-19.”

“Siamo al comando di uno sport messo a terra da questo avversario invisibile e in rapido movimento. È in questi momenti che la comunità calcistica deve mostrare responsabilità, unità, solidarietà e altruismo”, ha commentato attraverso una nota il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin

Le date proposte per la competizione sono dall’1 giugno all’11 luglio 20121. La gara inaugurale dovrebbe tenersi a Roma come era in programma.

Nel corso del vertice Uefa si è lavorato su varie ipotesi per la conclusione dei campionati nazionali: l obiettivo sarebbe di portare a termine sia i campionati che le Coppe mantenendo inalterati i format (virus permettendo). Per l Europa League si è ipotizzata la ripartenza il 30 aprile e per la Champions il 5 maggio, con le due finali spostate in calendario al 24 e 27 giugno. Rimandata al 2021 anche la Copa America.