Coronavirus, fanno una grigliata in quarantena: interviene la Polizia

·1 minuto per la lettura
Coronavirus, grigliata finisce in rissa
Coronavirus, grigliata finisce in rissa

Durante la quarantena da Coronavirus un gruppo di persone ha fatto una bella grigliata, finita in rissa con le Forze dell’Ordine. Non tutti sembrano aver colto la motivazione del “Restate a casa”, tant’è che in molti pensano si possa fare ciò che si vuole, purché dentro le mura del proprio domicilio.

Grigliata di condominio in quarantena

Nel cortile condominiale di Cassino, provincia di Frosinone, il profumo di carne alla brace inebriava le narici degli abitanti nelle palazzine popolari. Si trattava di un trentina di persone intente a fare una grigliata fra famiglie, con tanto di anziani e bambini, tavoli e sedie sistemati fuori dai portici di casa.

Qualche responsabile inquilino del palazzo ha chiamato le Forze dell’Ordine, che giunte sul posto con mascherine e guanti protettivi, hanno interrotto la festicciola. Il gruppo non ha gradito l’interruzione e sono dapprima volati insulti, per poi passare alla violenza: complice forse troppo alcool, è scoppiata una vera e propria rissa con Polizia e Carabinieri.

Risse e disordini durante il Coronavirus

Sono state denunciate 10 persone, molte delle quali hanno puntato il dito verso i compagni di grigliata che avevano deciso di scappare all’arrivo delle Forze dell’Ordine. Da qui, è partita un’ennesima rissa fra di loro, sedata dagli uomini in divisa. Un vero e proprio caos senza motivo.

C’è anche chi, in gruppo non fa solo grigliate: è il caso che vede coinvolte 30 persone in un appartamento nel centro di Barcellona, dove si stava svolgendo un’orgia a base di ecstasi e cocaina quando è intervenuta la Polizia. Arrestate e denunciate 8 persone.