Coronavirus, Fassina: Draghi premier e unità nazionale? No

Pol/Vep

Roma, 26 mar. (askanews) - "No. All'Italia serve cooperazione tra le forze politiche e sociali, nella distinzione di funzioni. Serve, soprattutto, che la Bce stampi tutti gli euro necessari, la conclusione inevitabile, ma assente, dall'intervento di Draghi su Financial Times". Stefano Fassina, deputato di Liberi e Uguali, interpellato da Affaritaliani.it, boccia l'ipotesi di un governo di larghe intese (tutti dentro) guidato dall'ex presidente della Bce Mario Draghi per affrontare la gravissima crisi economica legata all'emergenza coronavirus.