Coronavirus, Fca ferma le fabbriche a Pomigliano, Melfi e Cassino

coronavirus fca

Fca chiude momentaneamente le fabbriche per il rischio contagio da Coronavirus. La Fiat Chrysler Automobiles (Fca) ha deciso di chiudere gli stabilimenti di produzione a Pomigliano d’Arco, Melfi e Cassino per contrastare la diffusione dell’epidemia. La decisione arriva dal gruppo dirigente per far fronte al rischio contagio tra gli operai.

Coronavirus, Fca e le misure preventive

Dall’azienda spiegano che “a partire da oggi (mercoledì 11 marzo, ndr) tutti i principali stabilimenti italiani del Gruppo saranno coinvolti in interventi straordinari che arriveranno anche, in alcuni casi, alla chiusura temporanea di singoli impianti per mettere in atto tutte le misure possibili per minimizzare il rischio di contagio tra i lavoratori” – con particolare attenzione di igienizzazione nelle aree di relax dei lavoratori“Le azioni di igienizzazione dei singoli locali proseguiranno anche successivamente a questo primo intervento straordinario”.

I lavoratori, come predisposto dal governo, dovranno lavorare a distanza di sicurezza e saranno attuati maggiori controlli nelle mense. “Questi nuovi importanti interventi rafforzano le misure di sicurezza che sono state immediatamente implementate all’esplosione del virus in Italia nelle scorse settimane e che sono state comunicate a tutti i lavoratori italiani […] Tra le principali azioni, la facilitazione del lavoro a distanza per gli impiegati e l’applicazione di rigidi controlli e misure di sicurezza nelle mense e agli accessi di tutti i siti del Gruppo”.

Gli interventi straordinari

Oltre allo stop annunciato per coronavirus, gli stabilimenti italiani saranno coinvolti in misure di sanificazione ed adeguamento che dureranno dall’11 al 16 marzo. Si fermeranno per l’occasione la fabbrica Fca di Pomigliano, quella di Melfi e la Sevel. Gli altri stabilimenti coinvolti non cesseranno del tutto le attività ma saranno soggette ad una riduzione di lavoro giornaliero.

Nel comunicato straordinario dell’azienda si legge che saranno prese misure preventive anche per tutti gli altri dipendenti. “Tutte le altre strutture amministrative di Fca continueranno regolarmente le loro attività nel rispetto delle norme e delle disposizioni governative. – dice l’azienda – Al tempo stesso il mantenimento delle misure di sicurezza e igiene applicate fin dal primo momento dell’esplosione del virus”.