Coronavirus, "Fda revoca uso d'emergenza idrossiclorochina"

webinfo@adnkronos.com

La Food and Drug Administration (Fda) americana ha revocato l'autorizzazione all'uso d'emergenza dell'idrossiclorochina e della clorochina, farmaci anti-malaria sperimentati come trattamento per Covid-19, il cui uso è stato più volte sostenuto dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Lo riferisce 'Politico', riportando una missiva di Denise Hinton della Fda. 

Secondo la Fda, sulla base di nuovi dati, non sarebbe più ragionevole pensare che formulazioni orali di idrossiclorochina e clorochina possano essere efficaci nel trattamento di Covid-19. Dopo aver esaminato le nuove informazioni provenienti da ampi studi clinici, l'agenzia ora ritiene che i regimi posologici suggeriti "difficilmente produrranno un effetto antivirale", scrive la scienziata nella lettera che annuncia la decisione. Poiché l'idrossiclorochina è approvata per altri usi - trattamento del lupus e dell'artrite - i medici potrebbero ancora impiegarla "off-label" per trattare i pazienti con coronavirus e possono continuare gli studi clinici che ne analizzano l'efficacia contro Covid-19. La Fda ha osservato che la versione della clorochina autorizzata per l'uso di emergenza non è stata approvata negli Stati Uniti, quindi ogni uso di quel farmaco, donato da Bayer, ora finirà.