Coronavirus, Fdi: governo sostenga settore trasporti

Pol-Afe

Roma, 27 feb. (askanews) - "Voli semivuoti, compagnie aeree straniere che cancellano i voli per l'Italia, treni semideserti, taxi e Ncc senza corse, traghetti e navi da crociera italiane respinte, blocco del settore automotive: è questo il quadro drammatico che il settore dei trasporti si trova a dover fronteggiare dopo appena pochi giorni dall'emergenza Coronavirus. Il crollo del turismo, oltre alle ricadute dirette sul settore ricettivo, sta mettendo in ginocchio anche i trasporti. Particolarmente grave la situazione del trasporto aereo poiché si somma alla perdurante crisi di Alitalia, con il rischio concreto che le risorse del prestito ponte finiscano molto prima del previsto, alla liquidazione di Air Italy e al fallimento di Ernest. Fratelli d'Italia chiede quindi al Governo, nell'ambito delle misure allo studio per sostenere l'economia nazionale, di prevedere misure specifiche per supportare tutti i settori del comparto trasporti, consentendo l'accesso a risorse compensative che - data l'eccezionalità della situazione - non rientrerebbero tra gli aiuti di Stato vietati dall'Ue". È quanto chiedono in una nota congiunta i rappresentanti di Fratelli d'Italia nelle Commissioni Trasporti del Senato, Massimo Ruspandini, della Camera Marco Silvestroni e Mauro Rotelli, e del Parlamento Europeo Carlo Fidanza.