Coronavirus, Fdi: Parlamento Ue non discrimini parlamentari Nord

Pol/Bac

Roma, 26 feb. (askanews) - "Ebbene sì, con una decisione assurda il Parlamento Europeo ci ha messo in quarantena. Quello che da noi viene previsto soltanto per chi risiede o ha avuto contatti con la "zona rossa" viene arbitrariamente esteso ai parlamentari eletti in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte. Ovviamente nessuna limitazione ai colleghi francesi o tedeschi che vengono dalle zone dove ci sono stati i pochi (troppo pochi) casi segnalati. Inaccettabile. Il nostro diritto/dovere di rappresentarvi non può essere compresso senza motivo. Ci faremo sentire". È quanto scrive su Facebook il capodelegazione di Fratelli d'Italia al Parlamento europeo Carlo Fidanza, commentando l'annunciata quarantena per i parlamentari europei delle quattro regioni del nord Italia coinvolte.

"Mi sono fatto promotore di una lettera dei capidelegazione italiani indirizzata ai vertici del Parlamento affinché prevalga il buon senso e non si proceda ad una arbitraria discriminazione degli europarlamentari italiani", conclude Fidanza.