Coronavirus, FdI: subito stop a termini e udienze nei tribunali

Rea

Roma, 4 mar. (askanews) - "La situazione logistica dei tribunali italiani, in epoca di coronavirus, desta particolare preoccupazione per la tutela della salute degli addetti ai lavori: avvocati, magistrati, personale amministrativo, testimoni, consulenti e tutti quanti per necessità o per lavoro frequentano i palazzi di giustizia. Quasi sempre chiusi, con impianti di aerazione vetusti che non garantiscono un effettivo ricambio d'aria, in spazi fortemente ridotti rispetto ai numeri dell'utenza, i tribunali italiani non consentono il rispetto delle prescrizioni volte a limitare il contagio del virus. Segnalati i primi casi positivi al virus a Napoli e Milano, in quarantena volontaria dei magistrati a Palermo: è indispensabile sospendere termini sostanziali e processuali e differire udienze e altre attività giudiziarie su tutto il territorio nazionale, almeno per 14 giorni. Fratelli d'Italia recepisce l'appello di tutta l'avvocatura". Lo dichiara Carolina Varchi, capogruppo FdI in commissione Giustizia.