Coronavirus, Federalberghi registra -50% di prenotazioni negli alberghi romani

·2 minuto per la lettura
Covid Federalberghi Roma prenotazioni
Covid Federalberghi Roma prenotazioni

Il tasso di positività in netto rialzo e i nuovi positivi che aumentano di giorno in giorno spaventano italiani e non solo, costretti a rivedere i propri piani. Così, per paura del virus, in tanti hanno rinunciato a trascorrere fuori porta le festività natalizie. I dati raccolti da Federalberghi Roma lo confermano.

Covid, Federalberghi Roma registra un brusco calo delle prenotazioni in hotel

L’aumento dei contagi in Italia continua a far sentire i suoi effetti sul turismo. Si registra, infatti, un calo dei pernottamenti. Il settore affronta da ormai due anni pesanti conseguenze economiche dettate dalla pandemia, subendo un forte calo del fatturato. Secondo una nota di Bankitalia, il guadagno di società impiegate nei settori dell’alloggio, della ristorazione e dell’intrattenimento hanno subito un ridimensionamento del 40% nel 2020, circa quattro volte la riduzione registrata per la media delle imprese (pari all’11%). Nel periodo estivo, all’indomani della terza ondata e con la ripresa degli arrivi, il settore è tornato in funzione, ma ora il quadro è destinato a cambiare.

Lo conferma Federalberghi Roma, che per il mese di dicembre 2021 registra una netta diminuzione delle prenotazioni rispetto a quelle dello stesso mese di due anni prima.

Covid, Federalberghi Roma segnala il calo delle prenotazioni in hotel: le dichiarazioni del presidente Roscioli

Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma, ha fatto sapere: “Le prenotazioni negli alberghi romani sono il 50% in meno rispetto al dicembre 2019 a causa del perdurare della pandemia e degli ultimi provvedimenti presi dal governo”.

Per questo motivo, “diversi alberghi hanno addirittura chiuso durante le feste per le disdette”.

Covid, Federalberghi Roma segnala il calo delle prenotazioni in hotel: “Il Governo prenda provvedimenti”

Per sostenere un settore duramente colpito dalla pandemia servono aiuti concreti ed è fondamentale l’intervento del Governo.

Lo ha sottolineato lo stesso presidente di Federalberghi Roma, dichiarando: Spero che il Governo prenda provvedimenti a favore di un settore tra i più colpiti, quello turistico“.

Prima dell’ultima ondata a Roma erano già stati chiusi “350 hotel su 1250” e le continue disdette potrebbero compromettere ulteriormente il settore, causando gravi perdite e zero guadagni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli