Coronavirus, Federcomated: si valutino orari magazzini edili -2-

Red/Nav

Roma, 15 mar. (askanews) - La "scelta deve essere accompagnata dalle misure di salvaguardia previste dal protocollo condiviso del 14 marzo 2020 (reperibile sul sito www.federcomated.it) di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambianti di lavoro, che prevede tra l'altro: massimo utilizzo della modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o con modalità a distanza; selezionare gli accessi in maniera da evitare assembramenti e mantenere le distanze interpersonali (minimo 1 metro); prescrizione di costante utilizzo dei sistemi di protezione individuale ovvero mascherine e guanti".

E poi "sospendere le attività nei reparti aziendali non indispensabili alla produzione; incentivare le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro. Ovviamente la scelta di parziale apertura è subordinata alla decisione che assumerà il Governo sulla domanda presentata dall'Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili), che sollecita un decreto di chiusura dei cantieri per impossibilità di approvvigionarsi degli strumenti di protezione individuale e collettiva sui luoghi di lavoro".

La narrazione sul tema coronavirus si muove con la stessa velocità con cui si diffonde il Covid-19. "Pertanto, Federcomated seguirà l'evoluzione del problema e non mancherà di fornire agli associati le informazioni necessarie a svolgere il compito che spetta ad ognuno di noi".