Coronavirus, Federmacchine: stop affermazioni allarmanti autorità

Red/Mda

Milano, 27 feb. (askanews) - Sulla base delle misure disposte dalle Autorità governative e sanitarie nazionali e relative alla diffusione del Coronavirus, Federmacchine, la Federazione Nazionale delle Associazioni dei Produttori di Beni Strumentali e loro Accessori, ritiene "ridondanti e non accettabili le affermazioni allarmanti che stanno ponendo grandi difficoltà alle aziende del settore. Tali affermazioni hanno creato - si legge in una nota - anche all'estero, una falsa immagine della reale situazione sanitaria italiana gettando dubbi anche sulla capacità delle aziende del settore di assicurare produzione e servizi tecnici in piena sicurezza ai propri clienti. Ne sono prova le numerose rinunce di visite di buyer esteri e la richiesta al personale commerciale italiano di procrastinare visite da tempo programmate".

Giuseppe Lesce, presidente di Federmacchine ha affermato: "Con forza sosteniamo la necessità di azzerare immediatamente i contrasti e le azioni dello scontro partitico cui stiamo purtroppo assistendo poiché nuocciono gravemente al paese inteso come sistema sociale e economico".

"Ogni parola, ora più che mai - ha concluso Lesce - può avere un peso enorme: la salute e l'economia vanno curate e non usate come passerella".