Coronavirus, Fedriga (FdG): più competenze a commissario emergenza -4-

Cro-Mpd

Trieste, 2 feb. (askanews) - Maurizio Ruscio direttore del Laboratorio Analisi (Asugi e Burlo) si è soffermato sugli aspetti clinici: "il laboratorio unico dell'area giuliana e isontina, per quanto concerne la sede di Cattinara e Monfalcone, è in grado di fare diagnosi sulle patologie stagionali in tempo reale - ha spiegato -. Centralizziamo sull'area di Cattinara i casi più complessi. Quanto alle tecnologie necessarie ad eseguire i test per il coronavirus - ha aggiunto - sono già presenti nella nostra struttura e siamo in attesa di ricevere a breve i kit diagnostici che ci permetteranno di scremare i sospetti di coronavirus. Il sistema è operativo e collaudato e siamo a supporto dei clinici nelle h24".

Fabio Barbone, direttore scientifico del Burlo, ha fatto un quadro sulla situazione attuale dando conto di 14.559 casi confermati a livello mondiale, 305 morti in Cina di cui uno nelle Filippine, con una letalità del 2% che corrisponde alla letalità da influenza. Barbone ha evidenziato inoltre l'importanza di identificare le persone che viaggiano, maggiori rispetto al passato, della comunicazione del rischio che deve essere rapida e puntuale, della necessità di disporre, in particolare nelle patologie acute, di strutture sanitarie d'emergenza e della capacità di fare diagnosi con lavoratori adeguati e personale aggiornato.

Marco Confalonieri direttore della struttura complessa di Pneumologia dell'Asugi, ha evidenziato, invece, l'importanza di interventi tempestivi di supporto respiratorio con cui, pur non essendoci terapie, si riescono salvare molte vite.

Erano presenti all'incontro anche Gianna Zamaro, direttore centrale della direzione regionale Salute, il direttore generale dell'Asugi Antonio Poggiana e Manlio Palei, direttore del servizio Prevenzione, sicurezza alimentare e sanità pubblica veterinaria