Coronavirus, Fedriga: quarantena garanzia? Giusta anche per Burioni

Pol/Vep

Roma, 5 feb. (askanews) - "Invito anche il premier a leggere la circolare emanata dal suo Ministero della Salute che prevede che per i soggetti di rientro da un'area affetta della Cina sono previste determinate norme comportamentali". Lo afferma in una intervista a Radio Cusano Campus il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga.

"Per i bambini più piccoli si dice che il personale docente deve stare attento agli scambi di fluidi corporei, ad esempio se un bambino mette in bocca un giocattolo, questa è decisamente una pratica difficile perché non si può controllare qualunque cosa faccia un bambino - spiega -. Noi abbiamo semplicemente chiesto di valutare un periodo di garanzia di 14 giorni, quelli dell'incubazione, in cui questi bambini non frequentano il plesso scolastico. Burioni, che non mi sembra affine alla Lega, ha detto chiaramente che questa sarebbe una misura giusta. Mi sorprendono gli attacchi politici che abbiamo subito in maniera scomposta. Fare speculazioni politiche su questo penso sia irresponsabile. L'istituto italo-cinese di Padova ha detto, in accordo con le famiglie, ai bambini cinesi di non andare a scuola per 14 giorni. Queste misure vanno proprio contro le discriminazioni, perché magari il bambino cinese che va a scuola in questi giorni viene anche additato". "Da papà mi piange il cuore pensare a quel bambino cinese che ha fatto una festa di compleanno e non ci è andato nessuno. La nostra richiesta è fatta nella totale trasparenza e in una logica collaborativa" conclude.