Coronavirus, Fedriga: superare concetto confini amministrativi

Fdm

Trieste, 29 feb. (askanews) - La Regione Friuli Venezia Giulia ha chiesto al Governo di prendere in considerazione il superamento dei confini amministrativi relativamente alla demarcazione delle aree interessate dai provvedimenti per l'emergenza coronavirus, tenendo conto delle diverse situazioni epidemiologiche o le diverse distanze dai focolai, all'interno di una stessa regione. L'istanza è stata posta oggi dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, nel corso del collegamento in videoconferenza con il Governo, al quale ha partecipato anche il vicegovernatore con delega alla Salute e alla Protezione civile.

Evidenziando la problematica, la Regione ha fatto l'esempio della parte di territorio del Friuli Venezia Giulia più prossima alla provincia di Treviso, che rappresenta il cluster del Veneto, in cui nelle ultime ore si sono registrati il maggior numero di casi. Nell'occasione la Regione, ribadendo la massima collaborazione con il Governo e il Comitato scientifico, ha anche rivolto un ringraziamento agli operatori della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia e a quelli del sistema sanitario regionale per l'impegno prodotto in questo particolare momento di pressione, culminato nell'ultima settimana con la messa in atto degli adempimenti relativi all'ordinanza siglata in condivisione con il Ministero della Salute. Un provvedimento, come ha spiegato la Regione, che è servito all'intera macchina organizzativa del Friuli Venezia Giulia per preparare le strutture ad affrontare un eventuale aggravamento del fenomeno, predisponendo tutta una serie di importanti misure, come ad esempio la separazione dei flussi nei Pronto soccorso e il piano di potenziamento dei ricoveri in terapia assistita.