Coronavirus, Fedriga: via permesso per i migranti inadempienti

Fdm

Trieste, 16 mar. (askanews) - Non bastano ammende per gli immigrati che non rispettano le misure di sicurezza per il coronavirus. Lo ha detto il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano fedriga.

"Noi abbiamo segnalato agli organi competenti ed è intervenuto anche l'assessore alle Autonomie Locali e alla Sicurezza Roberti chiedendo al Governo di mettere in campo misure punitive diverse rispetto all'ammenda che sarebbe semplicemente qualcosa di non attuabile con l'immigrato accolto che possa prevedere anche la sospensione del permesso umanitario o comunque del diritto di rimanere sul territorio nazionale - ha dichiarato Fedriga -. io credo ci debba essere una responsabilizzazione anche delle strutture che accolgono queste persone, perché in questo momento è una disposizione a cui tutti i cittadini presenti sul territorio italiano devono sottostare e non è che qualche cittadino possa non sottostarci perché si ritiene possa avere un trattamento differenziato".

"E' anche per la loro garanzia di salute che stiamo operando in questo modo - ha concluso presidente Fvg - Noi siamo convinti che ci debbano essere misure punitive più drastiche per chi non rispetta misure di questo tipo. Servono risposte chiave anche per la tutela appunto di loro stessi".