Coronavirus, fermato nel Frusinate e arrestato per spaccio

Cro/Ska

Roma, 18 mar. (askanews) - I carabinieri di Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone, hanno arrestato un 35enne del luogo mentre spacciava.

L'uomo, "notato mentre si aggirava alla guida di un'autovettura con fare sospetto nel centro abitato di Piedimonte San Germano e, successivamente, a seguito del controllo, non riuscendo a fornire una plausibile motivazione sulla sua presenza nel luogo del controllo stesso", in applicazione del decreto per il contenimento dei movimenti dovuto all'epidemia di coronavirus, "veniva sottoposto a perquisizione personale e veicolare da parte dei militari operanti. Tale attività difatti, permetteva di rinvenire di una rientranza dello sportello dell'autovettura, un involucro termosaldato contenente sostanza stupefacente del tipo 'cocaina' (gr.5,390) mentre , nel suo portafoglio veniva accertata che lo stesso deteneva una somma contante di euro 2.845, ritenuta il profitto dell'illecita attività di spaccio".

Quanto rinvenuto veniva sottoposto a sequestro e, stante la flagranza del reato ascritto l'uomo veniva dichiarato in stato di arresto. "Inoltre. annotano i carabinieri - ricorrendo i presupposti di legge, lo stesso, veniva deferito in stato di libertà, per l'accertata inosservanza al D.P.C.M. del 9 marzo u.s. in materia di contenimento del contagio dal Covid - 19".

Ad espletate formalità di rito, lo stesso, veniva associato presso la Casa Circondariale di Cassino, così come disposto dalla competente autorità giudiziaria.