Coronavirus, Ferri (Iv): sospendere attività giudiziaria

Pol/Arc

Roma, 5 mar. (askanews) - "Le Linee Guida del Csm sull'emergenza Coronavirus sono da non sottovalutare, occorre sospendere l'attività ordinaria degli uffici giudiziari, garantendo ovviamente servizi essenziali ed urgenze". Lo dichiara il deputato di Italia Viva Cosimo Maria Ferri, componente della commissione Giustizia della Camera.

"I casi che si sono verificati in alcuni uffici, tra cui a Milano, inducono ad essere cauti, attenti e a porre in essere tutte le misure più efficaci per tutelare la salute. Occorre una misura che valga per tutto il territorio nazionale perché - sottolinea - non è sufficiente intervenire solo nelle zone rosse. Per quanto riguarda le udienze civili, oggi - spiega - grazie al processo telematico, l'attività può essere svolta con facilità anche tramite i mezzi tecnologici. Per gli affari penali, invece, sarà necessario sospendere le udienze e i relativi termini prescrizionali, garantendo la convalida degli arresti e lo svolgimento delle udienze direttissime. Già queste misure sono state adottate nel passato in occasione, purtroppo, del terremoto".

"Tutti gli uffici giudiziari sono frequentati da magistrati, avvocati, personale amministrativo, testimoni, consulenti, polizia giudiziaria, forze dell'ordine, imputati, persone offese e tanti cittadini. Occorre garantire l'incolumità di tutti questi soggetti ed evitare contatti perché fare controlli efficaci per prevenire eventuali contagi diventerebbe molto difficile. Ritengo quindi che sia opportuno che il Governo disponga la sospensione dell'attività giudiziaria", conclude Ferri.