Coronavirus, festa in un'abitazione: multato un gruppo di ragazzi

·2 minuto per la lettura
Compleanno
Compleanno

Stavano partecipando a una festa di compleanno in un appartamento, nonostante le restrizioni dovute al Covid-19. Un gruppo di otto ragazzi è stato infine multato. L’episodio si è verificato presso il quartiere Carmine, nel cuore della città di Brescia. La festa “clandestina” è stata accertata dagli agenti che sono entrati nell’abitazione dopo la segnalazione da parte di alcuni residenti, nel pomeriggio del 13 novembre. Le multe nei confronti degli otto ventenni corrispondono al pagamento di una somma pari a 400 euro ognuno. I verbali sono giustificati in quanto si è violato il decreto di contenimento dei contagi da coronavirus.

Festa di compleanno nonostante il Covid

I ragazzi che stavano festeggiando un compleanno all’interno di un appartamento, hanno perso una multa di 400 euro l’uno. Un assembramento vietato dalle vigenti restrizioni volte ad arginare la diffusione del coronavirus. Sono stati alcuni residenti a richiedere l’interventi degli agenti di polizia, i quali sono entrati nell’abitazione e scoprendo cosa stava accadendo. In seguito a tale episodio la polizia ha raccomandato il rispetto del Dpcm invitando alla responsabilità, per il bene comune.

Il festeggiato ha compiuto 27 anni

Il festeggiato ha compiuto 27 anni. Intervenute presso il quartiere Carmine alle ore 15 due pattuglie di polizia, che hanno confermato l’effettiva presenza di invitati al compleanno, in tutto sette e tutti sui 20 anni di età. Da segnalare come a Bari le forze dell’ordine abbiano notificato una nuova sanzione amministrativa allo store Mediaworld sito in via Santa Caterina a seguito di nuovi assembramenti avvenuti lo scorso 13 novembre. Per il negozio risulta essere la seconda sanzione in 24 ore, giustificata per non aver rispettato lo stop alle 19 della vendita di beni non essenziali.