Coronavirus, Fit-Cisl Lazio: garanzie per lavoratori di Amazon

Bet

Roma, 19 mar. (askanews) - "Dopo mesi di tentativi e numerose richieste di incontro alla Amazon di Passo Corese, abbiamo ottenuto un risultato, che riteniamo un primo importante passo: nel corso di una riunione tra le Rsa aziendali e il management dello stabilimento, che si è tenuta il 17 marzo, i dirigenti Amazon si sono impegnati al rispetto dei protocolli anticontagio per i lavoratori. Adesso vigileremo  con il massimo dell'attenzione affinché le garanzie fornite dall'azienda non restino sulla carta, ma siano effettivamente applicate. Non possiamo permettere che alcun lavoratore operi in condizioni inadeguate di sicurezza". Così il Segretario Generale della Fit-Cisl del Lazio, Marino Masucci, aggiungendo che "siamo pronti, laddove le nostre richieste non fossero rispettate, a mettere in campo tutti gli strumenti in nostro possesso per proteggere gli oltre 1600 dipendenti del sito e le loro famiglie". "Adesso l'auspicio - conclude - è che  l'impegno costante, nostro e dei delegati aziendali e territoriali, e un fronte sindacale il più possibile forte, responsabile e coeso riescano a dare il via a una stagione negoziale che garantisca non soltanto la tutela immediata della salute dei lavoratori, fondamentale in questo momento, ma, nel medio termine, anche  condizioni contrattuali, normative e salariali, di miglior favore. Noi non demordiamo, e siamo convinti che con unità e tenacia si possa vincere qualsiasi battaglia"