Coronavirus Fiumicino: negative le persone a contatto con la donna contagiata

Coronavirus: a Fiumicino 51 persone negative

Nonostante marito e figlia siano risultati positivi al Coronavirus, seppur in forma asintomatica, a Fiumicino nessuna delle 51 persone venute a contatto con la donna contagiata l’hanno contratto. Questi i risultati dei tamponi diffusi dall’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma.

A Fiumicino è arrivato il Coronavirus

Una volta che alla donna di 38 anni è stato diagnosticato il Coronavirus, le Autorità hanno condotto un’ indagine epidemiologica tentando di ricostruirne i contatti più stretti. Ad occuparsene in prima persona è stata la ASL di Roma 3 e il Servizio Regionale di Sorveglianza Malattie Infettive dell’Ospedale Spallanzani (SERESMI).

Coronavirus: controlli a tappeto

Le indagini sono partite dalla scuola d’inglese di Rodano, dove la figlia studiava, per proseguire sull’intera famiglia della donna e il personale sanitario che vi ha interagito.

“La ASL Roma 3 sta monitorando l’andamento di eventuali sintomi così come da protocollo operativo”, ha dichiarato l’Assessore Regionale alla Sanità “I tamponi fatti ai contatti stretti che presentavano sintomi sono tutti negativi, compresi i compagni di classe e un insegnante”.

Scuole chiuse a Fiumicino

Anche un uomo che ha viaggiato accanto alla 38enne di Fiumicino risulta negativo al Coronavirus, come l’altro figlio della donna. In via precauzionale però, sono state chiuse due scuole del Comune. Tale decisione perdurerà fino al 9 marzo 2020.

Alessio d’Amato, l’assessore alla Sanità, ha pubblicamente ringraziato il personale scolastico e il Comune di Fiumicino per l’aiuto fornito durante la procedura: “I nostri operatori hanno permesso di definire l’indagine epidemiologica nel più breve tempo possibile, un lavoro che è durato tutta la notte”, ha detto “Un ringraziamento particolare va ai dipendenti della Asl Roma 3 e del SERESMI”.