Coronavirus, flash mob sul balcone per ringraziare medici e dottori

Gli applausi

Tantissime persone hanno partecipato affacciandosi dai balconi a mezzogiorno per ringraziare il personale ospedaliero. Nuovo flashmob stile Wuhan in Italia. Dopo l’inno dalle finestre, il deejay, e “Abbracciame” cantata a Napoli il 14 marzo a mezzogiorno un lunghissimo applauso ha unito tutta Italia.

Flash mob sui balconi per ringraziare i medici

Nata da una catena su WhatsApp il flashmob ha unito tutta Italia, in tantissimi si sono affacciati il 14 marzo per ringraziare tutto il personale ospedaliero. Il messaggio rimbalzato sulla rete: “Flashmob sabato 14 marzo – ore 12:00 – Tutti alle finestre per un lungo APPLAUSO di ringraziamento a tutti coloro che stanno lavorando per noi negli Ospedali e di incoraggiamento a noi. Un gesto semplice per unire le nostre mani”.

L’emergenza coronavirus che sta colpendo l’Italia in queste settimane ha unito ancora di più il popolo italiano. La domanda di bandiere online è aumentata esponenzialmente, tutti la vogliono appendere. Per diffondere l’iniziativa è stato usato il disegno realizzato dall’artista veneziano Franco Rivolli, una dottoressa con mascherina e ali che culla l’Italia avvolta da una bandiera tricolore.

Alle 12 in punto da Nord a Sud tantissime persone si sono affacciate alle finestre e ai balconi per ringraziare dottori, medici e operatori sanitari che in questi giorni si trovano in prima linea per contrastare l’emergenza coronavirus con un lunghissimo applauso. Gli organizzatori tramite un passa parola hanno organizzato anche per le 18 del 14 marzo un altro flashmob con la canzone “Azzurro” di Adriano Celentano, e domani, 15 marzo “Ma il cielo è sempre più blu” di Rino Gaetano.