Coronavirus, Fondazione Comunità Milano potenzia assistenza anziani

Red-Asa

Milano, 14 mar. (askanews) - Fondazione di Comunità Milano, al fianco delle istituzioni cittadine, promuove una raccolta fondi per potenziare i servizi di assistenza domiciliare per gli anziani, le famiglie fragili e le persone dimesse dagli ospedali e stanzia i primi 150mila euro. Di fronte all'emergenza sanitaria che sta colpendo il Paese e che genera anche una rilevante ricaduta sociale, la Fondazione promuove il fondo #Milanoaiuta al fianco delle istituzioni - Comune di Milano, Città Metropolitana, Protezione Civile, Ats Milano - per sostenere e potenziare i servizi di prossimità, l'assistenza e l'intervento domiciliare a favore di anziani, famiglie fragili e persone dimesse dagli ospedali, la cui condizione è aggravata dall'emergenza sanitaria e che hanno bisogno di aiuto e vicinanza.

La raccolta fondi viene avviata con uno stanziamento di 150mila euro, anche grazie a Fondazione Cariplo; l'obiettivo delle donazioni, confidando nella generosità di cittadini, aziende ed enti, è far sì che possano contribuire a fronteggiare e superare l'emergenza con azioni concrete e semplici, dall'ampliamento del servizio di consegna pasti, di farmaci e della spesa all'accompagnamento a visite non rimandabili o all'ascolto e al supporto a genitori con bambini piccoli.

La donazione sul Fondo #MilanoAiuta aperto presso la Fondazione consentirà di mettere a fattor comune le risorse per garantire tempestività ed efficacia nelle azioni, con interventi gratuiti e integrati con le istituzioni e il privato sociale (http://www.fondazionecomunitamilano.org/fondi/fondo-milanoaiuta/) . "Apprezziamo molto lo sforzo messo in campo da Fondazione di Comunità e da Fondazione Cariplo - ha commentato l'assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti -. Anche in questa situazione di emergenza procediamo fianco a fianco, convinti che la raccolta fondi attivata sia uno strumento importante per sollevare la città da questa emergenza che sta mettendo in ginocchio la nostra comunità".

"In questa fase la nostra Fondazione svolge il proprio ruolo promuovendo una raccolta fondi per aggregare risorse e rispondere ai bisogni delle persone fragili, acuiti dall'emergenza sanitaria - ha commentao il presidente Giovanni Azzone -. L'obiettivo è attivare e potenziare i servizi di prossimità, incrementare la rete e la capacità operativa dei servizi domiciliari attraverso l'azione sinergica delle strutture pubbliche e del privato sociale presente sul territorio, dare risposte urgenti alle persone in difficoltà. Una sfida per fronteggiare l'emergenza sociale su cui ci auguriamo converga la generosità di chi vorrà unirsi a noi. Una sfida contro il senso di impotenza e la solitudine".