Coronavirus: Fontana chiede aiuto a Bertolaso per costruire ospedale in Fiera

Guido Bertolaso coronavirus fontana

Il Presidente della Lombardia Attilio Fontana ha nominato Guido Bertolaso come consulente personale per la costruzione di un nuovo ospedale in Fiera a Milano per far fronte all’emergenza coronavirus. Dopo un iniziale blocco da Roma, il governatore ha scelto di agire autonomamente per poter mettere brevemente a disposizione nuovi posti letto in terapia intensiva.

Coronavirus: Fontana si rivolge a Bertolaso

La Protezione Civile aveva infatti affermato di non poter fornire un aiuto per il progetto perché non ha il materiale che servirebbe per riadattare i padiglioni 1 e 2 del Portello. Parole che non hanno però fermato l’originaria volontà di Fontana che ha infatti optato per portare avanti l’idea in autonomia facendosi affiancare da un esperto nella gestione dell’emergenza.

Bertolaso è infatti l’ex capo della Protezione Civile che ha contribuito ad aprire l’ospedale Spallanzani e ha lavorato in Sierra Leone durante l’epidemia di ebola. “Come potevo non aderire alla richieste del presidente della Lombardia di dare una mano nella epocale battaglia contro il Covid-19 se la mia storia, tutta la mia vita è stata dedicata ad aiutare chi è in difficoltà e a servire il mio Paese?“, si è chiesto accettando l’incarico propostogli.

Immediato il ringraziamento del Presidente lombardo, che ha spiegato di voler superare ogni difficoltà e non lasciare nulla di intentato per riuscire a realizzare l’ospedale in tempi brevi. La struttura che dovesse nascere, ha poi aggiunto, supporterà la sanità lombarda in emergenza ma, se fosse necessario, anche l’intero comparto sanitario nazionale. “Non ci fermiamo!“, questo il suo motto.